Nel comitato di quartiere San Berardo Teramo si è tenuto il dibattito pubblico sul teatro romano

Dibattito pubblico sul teatro romano quartiere San Berardo Teramo, In collaborazione delle seguenti Associazioni e organizzazioni cittadine: Associazione Teramo Nostra; Associazione Coordinamento dei Comitati di Quartiere di Teramo; Comitato di Quartiere della Cona; Comitato di Quartiere San Berardo; Comitato di Quartiere di Villa Mosca; Comitato promotore del Consiglio di Quartiere di San Nicolò a Tordino; Comitato promotore del Consiglio di Quartiere di Colleatterrato Villa Pavone; Associazione culturale Scapriano; Associazione liberi cittadini 5 stelle; Associazione Val Tordino Onlus; Associazione Teramo Città solidale & cittadinanza attiva, Video a cura di Indipendent. TV Editore Franco De Angelis in collaborazione con RETE TV ITALIA Editore Carmine Donato Pelusi Riprese video: Daniele Liberato e Carmine Pelusi montaggio e regia Carmine Donato Pelusi www.indipendent.tv www.retetvitalia.it

Spoltore: Luciano Di Lorito si appresta ad iniziare il suo secondo mandato da sindaco

Nelle interviste rilasciate alla stampa quotidiana ed online, questa mattina, non ha nascosto né l’entusiasmo né la soddisfazione per vittoria nei confronti dei suoi diretti avversari. “Sono orgoglioso di questo bellissimo risultato che la città mi ha dato”, afferma Di Lorito ribadendo l’incremento di voti registrato rispetto alle elezioni amministrative dell’anno 2012, quando iniziò il suo primo mandato, ma sempre senza dover ricorrere al ballottaggio. Tra le novità di spicco annunciate nelle primissime dichiarazioni, che riguardano il futuro della conformazione urbanistica di Spoltore, la realizzazione e l’approvazione de il nuovo Piano Regolatore Generale ormai fermo a quello alla fine degli anni ottanta. Il neo rieletto sindaco ha anche risposto ad un’altra domanda, sempre in merito al futuro della nostra città di Spoltore e che riguarda il progetto “Grande Pescara”, cioè la volontà di unire i tre comuni principali dell’area metropolitana, quali Pescara, Spoltore e Montesilvano, in un unico soggetto amministrativo: “Io, ovviamente, non nascondo grandi perplessità rispetto a questa fusione a freddo. Attendiamo, valutiamo passo dopo passo perché teniamo a conservare quello che la nostra città ha fatto di buono in questi anni. Attualmente pensiamo che il progetto di fusione di questi tre comuni comporterebbe per la nostra città più danni che benefici”. Ricordiamo che il 46enne Di Lorito è stato rieletto sindaco di Spoltore con 5.8387 voti, pari al 59,44% del totale dei votanti (a Spoltore sono 16.146 gli aventi diritto). Mentre l‘affluenza alle urne, per le elezioni di ieri domenica 11 giugno, è stata del 62,22% che tradotto, in termini popolari, significa purtroppo che uno spoltorese su tre non è andato a votare.

Spoltore: dichiarazione post-voto della Grande Sconfitta “Restiamo al nostro posto” Marina febo.

“Prendo atto del risultato del voto di ieri a Spoltore e auguro buon lavoro al rieletto sindaco Di Lorito”. Sono queste le parole, scelte con estrema cura, dal candidato sindaco Marina Febo, evidentemente, la ‘Grande Sconfitta’ di questa ennesima campagna elettorale di cui è stata la protagonista. “Sono soddisfatta del mio risultato personale – si legge nella nota mandata dell’Ufficio Stampa dell’avvocato spoltorese – in quanto abbiamo riconfermato i voti dell’area di centrodestra che mi erano già stati accordati nel 2012, a cui si vanno ad aggiungere altre 900 preferenze del nuovo gruppo nato dal mio personale lavoro in consiglio comunale negli ultimi cinque anni”. Sulla scelta strategica di non presentare i simboli del centrodestra e sul risultato espresso dai 10.159 cittadini spoltoresi (62,91 % su una base elettorale di 16.146), nel voto di domenica 11 giugno, la Febo ha delle idee precise. “La nostra coalizione però, fatta di liste civiche e di candidati nuovi, non ha retto – ammette la Febo – il confronto con un gruppo che amministra Spoltore da più di trent’anni. Riconfermo a pieno titolo la scelta della coalizione civica che ha rappresentato una reale alternativa. Così come è stato compreso da quasi tremila cittadini che ringrazio per la fiducia che mi hanno accordato”. Anche sull’astensionismo e sul dato dell’affluenza ai seggi ha aggiunto posizioni chiare: che il voto di ieri “lancia dei messaggi chiari, primo tra tutti, il fatto che il 37% dei cittadini di Spoltore, un numero enorme, è talmente sfiduciato che rinuncia all’esercizio del voto, determinando purtroppo il futuro dell’intera città”; e poi, anche che “la maggior parte dei cittadini alle urne abbia preferito non cambiare, scegliendo di rimanere nelle condizioni che conosciamo bene”. “Oggi – ironizza la Febo – nelle strade di Spoltore, non c’era un solo dipendente comunale al lavoro come è invece accaduto nelle settimane prima del voto”. Sul futuro del suo progetto e impegno politico la 40enne neo consigliera comunale assicura e rassicura gli elettori, che l’hanno sostenuta nel progetto politico della #PrimaVeraSpoltorese, che continuerà “a credere con forza nella necessità di una città migliore” ed a lavorare “sempre per una amministrazione vera e trasparente, pur consapevoli che il controllo delle autorità competenti è troppo timido, come si è mostrato nei cinque anni precedenti di fronte alle tante problematiche rilevanti che abbiamo fatto emergere, e su cui nessuno ha mai potuto contestare la veridicità”. Infine l’affondo al ‘nemico di sempre’, ovviamente dal punto di vista politico e con riferimento agli ultimi cinque anni, la sinistra spoltorese che oggi è rappresentata dal Partito Democratico. “In un sistema che apprezza un Pd  pieno di portatori di voti e appoggiato da personaggi noti all’opinione pubblica per responsabilità gravi verso la collettività – si legge nella nota mandata alla nostra redazione – sono onorata di continuare a rappresentare una minoranza che non rinuncia a credere nei valori della sana amministrazione, nell’interesse esclusivo dei cittadini. Ringrazio tutti i miei candidati per l’impegno profuso e sono certa che continueremo a lavorare insieme per il territorio. Noi, a differenza di coloro che hanno fatto in passato l’opposizione a Spoltore, restiamo al nostro posto con coerenza e serietà”. Come dicevamo nell’incipit di questo nostro scritto, sono parole significative, quelle scelte dalla ‘Guerriera Spoltorese’ che, però, non riescono a nascondere una certa amara delusione per la seconda sconfitta (elettorale) consecutiva.

I risultati ottenuti dalle liste civiche che hanno supportato la campagna elettorale di Marina Febo: voti, percentuali, seggi conquistati:

FEBO MARINA

Vetrina del Parco, bilancio positivo per la XXI edizione, ospite in abruzzo il Commissario alla Ricostruzione Vasco Errani

La tre giorni si èaperta con l’incontro dal titolo “Un nuovo inizio…” in piazza Orsini a cui ha preso parte anche il Commissario alla Ricostruzione Vasco Errani e si è conclusa con il

concerto della Bandabardò. Tanti i temi trattati, con un unico filo conduttore:

quello della rinascita possibile, che per la provincia di Teramo passa anche dal

turismo e dalla riscoperta dell’artigianato. «Siamo stati davvero lieti della

risposta del pubblico e della vicinanza delle istituzioni – ha rimarcato Maurizio

Di Giosia, presidente dell’Associazione “Il Chiostro” che organizza l’evento –

siamo pronti anche a preparare le prossima edizione con un nuovo slancio, nella

consapevolezza che la comunità è con noi, così come ha sottolineato il

Commissario alla Ricostruzione Vasco Errani, che abbiamo avuto l’onore di

ospitare in occasione dell’incontro che ha aperto la manifestazione. Errani ha

ribadito che non si può ricostruire dall’alto, serve un obiettivo comune e la

collaborazione di tutti. Sinceramente abbiamo davvero percepito questo spirito

di comunità, dalle istituzioni, come la Regione, la Provincia, il Comune di

Montorio e quelli limitrofi, il Bim, la Camera di commercio, l’Università, l’Izsam,

e naturalmente il Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, ai cittadini

che non ci hanno lasciato soli in questi splendidi tre giorni». Tre giornate che

hanno coniugato momenti di riflessione e cultura, promozione del territorio e

progetti di rilancio originali, come quello sulla liuteria, musica e spazi di svago

allo stato puro, come quello che c’è stato domenica, con lo spettacolo “Falcong”

con i rapaci come protagonisti che hanno incantato soprattutto i bambini

presenti. Anche il sindaco di Montorio Gianni Di Centa ha dato il suo contributo,

facendo da “spalla” all’aquila reale “Inca”.

COMUNALI: PEZZOPANE (PD), A L’AQUILA COALIZIONE CXS SFIORA VITTORIA, ORA BALLOTTAGGIO CON AMERICO DI BENEDETTO

"A L'Aquila andiamo al ballottaggio con una percentuale altissima che sfiora il 50% ed è un primo importante traguardo per la nostra città. Un risultato elettorale frutto di un grandissimo lavoro sul territorio che ha portato il Pd a formare una coalizione di centrosinistra allargata a civiche e movimenti che ha sfiorato la vittoria al primo turno del candidato sindaco Americo Di Benedetto. Siamo arrivati al primo turno forti anche delle primarie, dopo i dieci anni di grande impegno di Massimo Cialente e della sua squadra. Quello che è avvenuto all'Aquila è l'esempio di come una coalizione di centrosinistra allargata ad esperienze civiche possa essere una scelta vincente e un modello da esportare. Ora massimo impegno per vincere il ballottaggio e riprendere subito il lavoro per fare de L'Aquila una città ricostruita e bellissima.  Ottimi i risultati dei Comuni dell'aquilano inclusi nei crateri sismici dove i sindaci che hanno affrontato i tempi difficili del terremoto vengono tutti rieletti. Siamo un vero laboratorio nazionale. Auguri ai sindaci eletti.  Dopo la sconfitta clamorosa del Movimento 5 Stelle, che va al ballottaggio solo in 8 comuni su 140, il Partito Democratico ha una grande responsabilità. Organizzarci per battere il centrodestra e i populismi è il primo passo per vincere questa sfida". Lo dichiara la senatrice del Pd Stefania Pezzopane.

45^ Interamnia World Cup 2017 Conferenza Stampa 2017 presso l’ Università di Teramo

Prende il via ufficiale l’edizione 2017 della Coppa Interamnia. Non una presentazione di quel che il torneo internazionale di pallamano riserverà quest’anno, ma un’anteprima di quel che accadrà il prossimo luglio a Teramo, con una serie di iniziative e novità che sono state illustrate nel corso dell’incontro “Premiere – Aspettando la 45a Interamnia World Cup”, che si è svolto giovedì 8 giugno presso l’Aula Tesi della Facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Teramo.
Un’edizione del torneo, quella di quest’anno, che soffre delle criticità di sempre accresciute dal particolare momento di difficoltà che vive la città di Teramo, ma che si avvia al suo svolgimento con un respiro diverso, grazie al contributo governativo che, ad opera dell’on. Paolo Tancredi giunge a Teramo per l’Interamnia e altre istituzioni cittadine, come ha ricordato il consigliere regionale Giorgio D’Ignazio, presente all’incontro in rappresentanza del deputato teramano trattenuto a Roma dal dibattito parlamentare.
Con lui il padrone di casa, il Magnifico Rettore Luciano D’Amico, il Sindaco di Teramo Maurizio Brucchi e il presidente del CONI provinciale Italo Canaletti hanno confermato il loro sostegno alla kermesse teramana per eccellenza e al suo presidente Pier Luigi Montauti, ricordando come in questo particolare momento eventi come la Coppa possano dare nuovo slancio alla ripresa della città.
Il Rettore di UniTe, in particolare, nell’illustrare i processi di sviluppo dell’Ateneo, per una sua più forte presenza nella vita cittadina, ha rappresentato la crescente collaborazione con l’Interamnia World Cup nel suo processo di internazionalizzazione. Collaborazione che prende forma, quest’anno con il “Primo Grand Prix Interamnia Unite”, un torneo a squadre universitarie che vedrà il confronto fra sei maschili e due femminili, composte da atleti provenienti dalla National Taiwan University, dalle iraniane Isfhan University e Sabzevar University, una selezione di atleti provenienti dalle università di Dakar in Senegal, dalla Mongolian State University e, a rappresentare il nostro ateneo, la UniTe New H.C. Teramo.
Ha poi trovato spazio un’ altra proposta inedita: l’invito esteso a quanti vogliano partecipare ad un Premio internazionale di videomaking denominato World Wide Open, dedicato ad un dirigente recentemente scomparso, Antonio Forlini, grande animatore della Coppa e appassionato alla sua internazionalità. Il concorso è rivolto a dilettanti e professionisti del video, che potranno partecipare con una loro clip, sui temi e gli aspetti fondanti del legame tra sport e cultura che l’Interamnia rappresenta.
Ma l’omaggio a dirigenti e atleti e, insomma, ai protagonisti che non ci sono più ma che hanno fatto grande la pallamano a Teramo si estende anche ad altri personaggi, ai quali saranno intitolati i campi di gioco della 45a edizione. È sicuramente stato un momento commovente vedere scorrere sullo schermo personaggi come Silvio Carovigna, Gabriele Vallarola, Massimiliano Cialoni, Claudio Vischia, Antonio Marini, Fernando Zenobi, Rodolfo Cipolloni, Augusto Michelini e la figlia Claudia, Ennio Fraticelli e infine Giorgio Binchi e, appunto, Antonio Forlini. A ricordarli sono stati chiamati sportivi, giornalisti, esponenti e amici che li hanno raccontati con aneddoti e notazioni tecniche.
Rassicurante anche l’intervento del Sindaco di Teramo che, nel confermare il sostegno di sempre all’Interamnia World Cup, ha garantito la possibilità di utilizzo delle scuole per ospitare gli atleti, “se ci sarò ancora” ha scherzosamente aggiunto per sdrammatizzare il difficoltoso percorso cittadino.
L’appuntamento con la prossima Interamnia World Cup si arricchisce, inoltre, della presenza del Presidente Nazionale del CONI Giovanni Malagò che, ha annunciato Italo Canaletti, sarà in visita al torneo e ai campi di gioco per salutare gli atleti, il prossimo 6 luglio.

Video Integrale a cura di RETE TV ITALIA
Riprese e Montaggio: Carmine Pelusi
servizio di Franco Baiocchi
www.retetvitalia.it

LA FIDAPA TERAMO SI PRESENTA ALLA CITTA’

La sezione della FIDAPA BPW Italy di Teramo si presenta alla città. Lunedì 12 giugno, alle ore 18, presso l’Hotel Abruzzi a Teramo, si svolgerà la Cerimonia di costituzione della Sezione Fidapa Teramo e la Cerimonia delle Candele 2017. L'evento è aperto alla cittadinanza, l’invito a partecipare è esteso a tutti. «Sono particolarmente felice di poter condividere con Teramo la presenza dei vertici della FIDAPA e tra questi Pia Petrucci, Presidente Nazionale FIDAPA BPW Italy, Fiammetta Perrone, Presidente Distretto Sud Est FIDAPA BPW Italy, Eufemia Ippolito, Rappresentante FIDAPA BPW Italy presso il Consiglio d'Europa. Per noi sarà un momento di incontro e condivisione: faremo conoscere il nostro territorio e apprenderemo dalla loro esperienza. Un grazie particolare va a chi ci ha sostenuto e ai nostri partner culturali tra i quali cito l'impresa Falone esperta in restauri e costruzioni di edifici di edilizia residenziale, la BCC di Castiglione M. R. e Pianella, I Bambini Di Betania, l'artista Ivo Galassi, il soprano Simona Antonini le Associazioni Teramo Nostra e Genius Loci. La luce è metaforicamente la sintesi positiva della capacità d'uso del Tempo e della Velocità e per la FIDAPA rappresenta il simbolico abbraccio di tutte le donne dei cinque continenti».

Laura De Berardinis, Presidente FIDAPA Sezione Teramo BPW Italy

Teramo: prenderà il via, fra circa un mese, la 45a edizione dell’Interamnia World Cup

La 45a edizione dell’ Interamnia World Cup, non si lascia fermare dalla difficile situazione che sta vivendo in questo momento la nostra Teramo ma rinnova il suo appuntamento con il proposito di fornire un nuovo stimolo e il suo contributo per il rilancio del territorio.

E’ un appuntamento, questo del 2017, che non registra flessioni nel numero di squadre rispetto agli ultimi anni e che incrementa, anzi, il numero di nazioni partecipanti per tornare a fare di Teramo, nella settimana tra il 5 e l’11 luglio, un palcoscenico internazionale con migliaia di giovani provenienti da tutto il mondo. E a loro, ma anche e soprattutto ai teramani, la 45a Coppa vuole riservare una serie di novità e alcune sorprese, con le quali dare un nuovo slancio alla manifestazione la cui formula pare inossidabile.

Per fare il punto della situazione, a un mese dal torneo internazionale di pallamano giovanile e per illustrare alcune delle sorprese in programma, l’Associazione Interamnia World Cup promuove un incontro, giovedì 8 giugno p.v. alle ore 17.30, presso l’Aula Tesi di Scienze Politiche dell’Università di Teramo, aperto alla cittadinanza.

All’incontro PREMIERE – Aspettando la 45a Interamnia World Cup saranno presenti, con il presidente Pier Luigi Montauti, l’on. Paolo Tancredi, il sindaco di Teramo Maurizio Brucchi il Rettore di UniTe Luciano D’Amico e i rappresentanti degli enti partner.

Dibattito tra candidati sindaci, a Spoltore presso la Società Operaia di Mutuo Soccorso

Presso La Società Operaia di Mutuo Soccorso di Spoltore ha avuto luogo il super dibattito, organizzato un incontro pubblico, “dibattito tra candidati sindaci”, il 3 Giugno alle ore 17:30, nella propria sede in Piazza G. D’Albenzio n. 1, a Spoltore capoluogo.

I tre aspiranti alla carica di primo cittadino di Spoltore, Filomena Passarelli (Movimento Cinque Stelle), Luciano Di Lorito (Centrosinistra) e Marina Febo (Liste Civiche), hanno risposto alle domande del moderatore, il giornalista dell’Ansa Luca Prosperi.
L’incontro, durato  circa un’ora e 15 minuti, ha  rispettato le regole della par condicio. Il presidente neo-eletto dell’associazione più antica del territorio spoltorese, l’avvocato Luigi Spina, ha invitato tutti i cittadini a partecipare al dibattito a pochi giorni dall’importantissimo appuntamento elettorale di domenica 11 giugno 2017 circa 11mila spoltoresi aventi diritto saranno chiamati alle urne per scegliere forse “l’ultimo sindaco” di Spoltore, visto che entro il 2019 ci dovrebbe essere la fusione nel progetto della Grande Pescara, ed i propri rappresentanti in consiglio comunale.

Un autentico boom: la finale di Champions, Juventus-Real Madrid, trasmessa in diretta (e in chiaro) su Canale 5

l'evento televisivo più visto dell'anno - 13 milioni 10 mila spettatori (54,89%) - ed ha superato anche la finale del Festival di Sanremo - 12 milioni 22 mila spettatori (58,4%). Lo ha sottolineato in una nota Mediaset che somma agli spettatori di Canale 5 anche quelli che hanno seguito la partita su Mediaset Premium (786.000, 3.32% di share). La sfida di Cardiff, in termini di share, è stata la sfida di Champions più seguita degli ultimi 14 anni, battuta solo dalla finale fra Juve e Milan a Manchester 2008 che aveva toccato un eccezionale 67.3% di share. Di fronte a questi dati eccellenti, almeno in chiaro Mediaset, potrebbe ripensarci: ha acquistato i diritti dalla Uefa per 220 milioni all'anno, compresa la prossima stagione. Cifra anch'essa eccezionale che nel prossimo contratto, dal 2018 al 2021, né Mediaset nè Sky hanno intenzione di pagare: ma la tv berlusconiana ha un'arma in più, i diritti della prossima stagione. Interessano a Sky? Possibile una trattativa: Mediaset conserverebbe una gara in chiaro di una italiana, e Sky trasmetterebbe tutte le partite in pay. Un specie di pace fra le due rivali. E poi dal 2018? Si sa (vedi Spy Calcio del 31 maggio) che la tv di Murdoch è pronta ad offrire alla Uefa 200 milioni a stagione, rivendendo però una gara in chiaro, al mercoledì, alla Rai per una quarantina di milioni. Mediaset è disposta ad offrire di più a Sky, tagliando così fuori la tv pubblica? Sarebbe un grosso colpo per Viale Mazzini, alla ricerca di un prodotto pregiato. Il tempo stringe, ormai: il 12 giugno la Uefa chiude le trattative e svela le offerte. Ancora prima, sabato 10, si chiude il bando d'asta per i diritti della serie A, sempre al 2018 al 2012. Mediaset ha chiesto alle due Autorità, telecomunicazioni e concorrenza, di bloccare l'asta perché troppo sbilanciata (a favore di Sky). A Cologno sono convinti che a giorni arriverà lo stop. In Lega e a Infront, l'advisor, sono altrettanto convinti che il bando abbia rispettoto alla lettera tutte le raccomandazioni delle Autorità sulle linee guida. Ma adesso c'è di mezzo anche la Champions che potrebbe cambiare le carte in tavola...

1 2 3 56