Sono 16 i lavori selezionati a partecipare alla fase finale della prima edizione del Premio Internazionale di Videomaking WORLD WIDE OPEN

Premio
Internazionale di Videomaking WORLD WIDE OPEN, intitolato alla memoria di Antonio Forlini e
realizzato dalla Interamnia World Cup in collaborazione con l’Università degli Studi di Teramo.
Copertura dei 5 continenti, per le 14 nazioni rappresentate, con 11 lavori in concorso per la
sezione Dilettanti e 5 per i Professionisti.


I lavori passano ora alla Giuria di qualità, composta dal prof. Christian Corsi dell’Università di
Teramo, da Carla Dragoni in rappresentanza dell’Interamnia World Cup e dal presidente del CONI
provinciale Italo Canaletti. A coadiuvarli i “tecnici” dell’informazione e della comunicazione Antonio
D’Amore giornalista, Massimiliano Verdino foto giornalista, Antonio D’Orazio video maker e il
graphic designer Danilo Furia. Segretario del Premio Sergio Pipitone responsabile dell’Area
Comunicazione della Fondazione Università Studi di Teramo.
La riunione della Giuria di qualità, nel corso della quale verranno decretati i vincitori per le due
sezioni, si terrà giovedì 12 aprile alle ore 17.00, presso l’Università di Teramo in Coste
Sant’Agostino.
Il Premio World Wild Open, riservato a opere in video a carattere giornalistico (inchieste,
reportage, documentari), o artistico (lavori di fantasia, fiction o puramente estetici) è stato bandito
da Interamnia World Cup e Università di Teramo, nell’ambito della convenzione stipulata tra i due
organismi, nel ricordo di Antonio Forlini, uno dei padri fondatori della Coppa Interamnia, suo
infaticabile animatore e punto di riferimento. I temi da considerare nella realizzazione del videoclip,
riguardano i valori dello sport come momento formativo ed educativo della persona; i grandi eventi
sportivi quali esempi di marketing territoriale e rilancio del territorio; gli aspetti sociologici, del
plurilinguismo e pluriculturalismo legati a un torneo internazionale come l’Interamnia World Cup;
l’organizzazione di grandi eventi relativamente al management dello sport e all’orientamento
formativo dei giovani.
Le Nazioni partecipanti nella sezione Dilettanti sono Libia, Reunion, Argentina, Brasile, Canada,
Columbia, Afghanistan, Palestina, Uzbekistan, Russia e Australia.
Vengono invece da Italia, Senegal e Bulgaria, i lavori partecipanti per la sezione Professionisti.

condividi l'articolo
0