Spoltore: dichiarazione post-voto della Grande Sconfitta “Restiamo al nostro posto” Marina febo.

“Prendo atto del risultato del voto di ieri a Spoltore e auguro buon lavoro al rieletto sindaco Di Lorito”. Sono queste le parole, scelte con estrema cura, dal candidato sindaco Marina Febo, evidentemente, la ‘Grande Sconfitta’ di questa ennesima campagna elettorale di cui è stata la protagonista. “Sono soddisfatta del mio risultato personale – si legge nella nota mandata dell’Ufficio Stampa dell’avvocato spoltorese – in quanto abbiamo riconfermato i voti dell’area di centrodestra che mi erano già stati accordati nel 2012, a cui si vanno ad aggiungere altre 900 preferenze del nuovo gruppo nato dal mio personale lavoro in consiglio comunale negli ultimi cinque anni”. Sulla scelta strategica di non presentare i simboli del centrodestra e sul risultato espresso dai 10.159 cittadini spoltoresi (62,91 % su una base elettorale di 16.146), nel voto di domenica 11 giugno, la Febo ha delle idee precise. “La nostra coalizione però, fatta di liste civiche e di candidati nuovi, non ha retto – ammette la Febo – il confronto con un gruppo che amministra Spoltore da più di trent’anni. Riconfermo a pieno titolo la scelta della coalizione civica che ha rappresentato una reale alternativa. Così come è stato compreso da quasi tremila cittadini che ringrazio per la fiducia che mi hanno accordato”. Anche sull’astensionismo e sul dato dell’affluenza ai seggi ha aggiunto posizioni chiare: che il voto di ieri “lancia dei messaggi chiari, primo tra tutti, il fatto che il 37% dei cittadini di Spoltore, un numero enorme, è talmente sfiduciato che rinuncia all’esercizio del voto, determinando purtroppo il futuro dell’intera città”; e poi, anche che “la maggior parte dei cittadini alle urne abbia preferito non cambiare, scegliendo di rimanere nelle condizioni che conosciamo bene”. “Oggi – ironizza la Febo – nelle strade di Spoltore, non c’era un solo dipendente comunale al lavoro come è invece accaduto nelle settimane prima del voto”. Sul futuro del suo progetto e impegno politico la 40enne neo consigliera comunale assicura e rassicura gli elettori, che l’hanno sostenuta nel progetto politico della #PrimaVeraSpoltorese, che continuerà “a credere con forza nella necessità di una città migliore” ed a lavorare “sempre per una amministrazione vera e trasparente, pur consapevoli che il controllo delle autorità competenti è troppo timido, come si è mostrato nei cinque anni precedenti di fronte alle tante problematiche rilevanti che abbiamo fatto emergere, e su cui nessuno ha mai potuto contestare la veridicità”. Infine l’affondo al ‘nemico di sempre’, ovviamente dal punto di vista politico e con riferimento agli ultimi cinque anni, la sinistra spoltorese che oggi è rappresentata dal Partito Democratico. “In un sistema che apprezza un Pd  pieno di portatori di voti e appoggiato da personaggi noti all’opinione pubblica per responsabilità gravi verso la collettività – si legge nella nota mandata alla nostra redazione – sono onorata di continuare a rappresentare una minoranza che non rinuncia a credere nei valori della sana amministrazione, nell’interesse esclusivo dei cittadini. Ringrazio tutti i miei candidati per l’impegno profuso e sono certa che continueremo a lavorare insieme per il territorio. Noi, a differenza di coloro che hanno fatto in passato l’opposizione a Spoltore, restiamo al nostro posto con coerenza e serietà”. Come dicevamo nell’incipit di questo nostro scritto, sono parole significative, quelle scelte dalla ‘Guerriera Spoltorese’ che, però, non riescono a nascondere una certa amara delusione per la seconda sconfitta (elettorale) consecutiva.

I risultati ottenuti dalle liste civiche che hanno supportato la campagna elettorale di Marina Febo: voti, percentuali, seggi conquistati:

FEBO MARINA
0Shares