Sarri non sposta Ronaldo e avverte: ”In Europa 10-11 al nostro livello”

L’obiettivo sarà divertirsi, vincendo naturalmente, ma anche esaltare le caratteristiche dei propri calciatori: “Io in campo sono sempre lo stesso. Gioco un certo tipo di calcio, devo chiedere certe cose e mi voglio divertire, perché penso che chi si diverte riesce a dare di più. Purtroppo sono i ragazzi che devono adattarsi a me, ma domani sarò io a cercare di adattarmi a loro, è giusto che le loro caratteristiche individuali vengano esaltate. Diciamo che con il Tottenham, per 70 metri pretenderò di vedere cose mie, negli ultimi 30 cose loro. Io comunque sono sereno, tranquillo. Qui c’è disponibilità da parte di tutti, ha trovato un ambiente molto ricettivo nei miei confronti”. Esclusa senza mezzi termini la difesa a 3: “Mai con tre difensori”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.